Menu:

Links:

www.vegacer.com
www.quickpoint.biz

--------------------

In evidenza:

Set Stecchette in legno di bosso da 38 pezzi

€ 18,00

Più informazioni? Clicca qui!

--------------------

Il bassorilievo

A differenza delle forme cave finora presentate, ove è possibile lavorare e osservare da ogni angolatura, il bassorilievo è un oggetto pensato per essere appeso o inserito nel muro. Perciò si parte da una superficie liscia, dando plasticità a un solo lato.
I bassorilievi rappresentano un'evoluzione naturale dei graffiti. Sono stati utilizzati nel passato per raffigurare temi di ispirazione religiosa o profana, dalle  scene di vita quotidiana agli episodi di vita di corte alla raffigurazione  di botteghe.
Mentre il bassorilievo è una lastra nella quale si incidono, si intagliano e si graffiscono delle forme, cioè si asporta del materiale per dare forma, nell'altorilievo si aggiungono alla lastra elementi vari come forme ritagliate, colombini, strisce eccetera.
Ovviamente si possono combinare alto e bassorilievo come è stato fatto nei nostri esempi.
Esistono vari modi per creare la base di un bassorilievo. Molti "pigiano" dei pezzi di argilla uno sopra l'altro, ma questo sistema è rischioso in quanto è molto facile lasciare delle bolle d'aria con il risultato che il lavoro non supera la cottura.
Secondo la mia esperienza il metodo migliore per evitare che si possa rompere durante la cottura è quello di stendere una lastra alta 1 cm, il che permette di asportare  dell'argilla e allo stesso tempo di raggiungere forme. Questo tipo di costruzione deve essiccare molto lentamente ed essere coperto con la plastica durante l'essiccamento, altrimenti l'argilla rischia di imbarcarsi e di presentare crepe o fessure.
Il bassorilievo può essere lasciato senza decorazione, soprattutto se si è utilizzata argilla rossa o può essere decorato con ingobbì, smalto eccetera